Terre D'Aione

La storia dell’azienda vitivinicola Terre D’Aione è la storia della famiglia Carpenito, nel territorio di Tufo (AV).

L’azienda è situata nella frazione San Paolo di Tufo, una delle più alte, da cui è possibile ammirare un meraviglioso paesaggio. Una sala degustazioni con 70 posti a sedere e un bellissimo caminetto e ampi spazi all’aperto, rendono la cantina fruibile tutto l’anno anche per eventi e iniziative private.


Tenute Casoli

Tenute Casoli nasce dalla tradizione familiare a Candida, in Irpinia, come azienda agricola. La cantina produce Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Taurasi in un antico palazzo baronale recentemente restaurato che ospita oltre alle cantine, un corner-shop, locali degustazione e sale per ricevimenti ed eventi privati.

L’azienda copre tutta la filiera vitivinicola, vinificando le uve nella propria cantina, sita in uno splendido edificio del ‘700 che si erge proprio al centro del comune di Candida, i cui locali erano già originariamente destinati a cantina.


Sorrentino Winery

Dall’esperienza compiuta nell’800 dagli avi di famiglia… la storia prosegue e prende vita con la nonna Benigna che da giovane è determinata a non seguire la vita di campagna vissuta con i suoi genitori ma che presto, negli anni della seconda guerra mondiale, riscopre la sua passione per la natura e per la coltivazione della vite.

Tutto inizia con la gestione del ‘moggio’ di proprietà in cui la nonna conserva tutti i vitigni autoctoni a piede franco e tante altre varietà di frutta e ortaggi… oggi tesori aziendali. Paolo Sorrentino e sua moglie Angela ereditano i beni di famiglia e con tanto amore per la produzione dei vini vesuviani, per le coltivazioni frutticole ed orticole, recuperano tutte le varietà conservate dagli avi. Iniziano un percorso di espansione del comparto viticolo negli anni ’90 e intraprendono l’enoturismo aprendo le porte ai turisti e agli amanti del vino facendo degustare la storia del territorio ed i suoi frutti.

Percorsi enogastronomici

Alle falde del Vesuvio, nel comune di Boscotrecase, nasce 300 anni fa la dimora-cantina d’accoglienza dove per cinque generazioni si sono susseguite le orme della nostra tradizione di agricoltura e viticoltura vesuviana nel produrre il leggendario Lacryma Christi; qui, nel cuore del Parco Nazionale del Vesuvio, si estendono 35 ettari di vigneti!

Il terrazzo dove i nonni usavano consumare un pasto frugale, oggi è una sala accogliente e moderna che si staglia sulla penisola Sorrentina, Capri e Pompei; la cucina a vista rigorosamente a km zero gestita da mamma Angela, e il Vesuvio è lo spettacolo naturale più ammirato in assoluto!


Cantine Simone Giacomo

La cantina Simone Giacomo nasce a Castelvenere (BN).

Lo sviluppo della cantina su tre piani permette, nella fase più delicata della lavorazione, una movimentazione per caduta del mosto che non è sottoposto allo stress generato dall’utilizzo di pompe.

L’installazione di “alberi fotovoltaici” e il sistema di raccolta di acqua piovana consentono la riduzione dei consumi idrici ed energetici.

Con un’ampia sala degustazione e un tetto-giardino con vista sulla “Dormiente del Sannio”, la Cantina ha vari ambienti pensati per eventi culturali ed artistici.


Terredora Di Paolo

Terredora dal 1978 è protagonista indiscussa del rinascimento vitivinicolo della Campania, introducendo nella coltivazione moderne innovazioni.

Fra le colline d’Irpinia, che circondano le Valli del Sabato e del Calore, è sita la cantina e sono dislocate le tenute, che fanno di Terredora, con i suoi circa 200 ettari, una tra le maggiori aziende viticole del Meridione d’Italia.

La cantina Terredora ha un’architettura che ricerca costantemente la funzionalità del lavoro, anche se non mancano momenti in cui questi stessi spazi ospitano eventi, in quel sottile file rouge per cui il vino è socialità.


Porto di Mola

Porto di Mola è incastonato in un territorio molto particolare, alle pendici del vulcano di Roccamonfina e con lo sguardo rivolto verso l’Appia. Un luogo magico, ricco di storia e a forte vocazione vitivinicola.

Sorge infatti nei pressi di un antico porto commerciale di epoca romana rinvenuto in uno scavo archeologico del 1992, che ha proprio ispirato il nome dell’azienda. In questi territori vino ed olio dunque venivano trasportati già nell’antichità e questa tradizione rivive nel Porto di Mola moderno.


Cantina SanPaolo di Claudio Quarta

Arroccata sull’apice di una collina, prende il nome dalla contrada San Paolo di Tufo, in Campania e guarda Torrioni, piccolo borgo di antichissime tradizioni agricole completamente immerso nel verde della vite e dei boschi popolati dai lupi… Una cantina letteralmente a cavallo fra le due province di Avellino e Benevento, progettata su tre livelli scavati sul pendio della collina per essere completamente integrata con il meraviglioso paesaggio irpino.

Dalla sua terrazza si gode di una magnifica vista sulla Valle del Sabato: un susseguirsi di vigneti dove sono allevate le uve a bacca bianca da cui si produce il Greco di Tufo Docg, che insieme al Fiano di Avellino Docg e al pregiato Aglianico da cui nasce il Taurasi Docg, costituiscono l’essenza dell’Irpinia enologica.


Vini Marino

La famiglia Marino coltiva da generazioni, in Agropoli, un’autentica passione per il vino, nel pieno rispetto della natura e delle regole che essa impone, unica strada da seguire fedelmente per ottenere risultati di vera eccellenza.

Fu negli anni ’70 che Lorenzo Marino, geometra, seguendo un’innata vocazione per la viticoltura, diede inizio alla produzione di vini con pregiate uve ottenute dai vigneti di proprietà in località Moio ad Agropoli. Nacque così, nel 1977, l’Azienda Agricola Marino.

L’Azienda Marino è anche sinonimo di squisita ospitalità nella villetta di proprietà situata poco lontano dai vigneti, in posizione tranquilla. Incastonata in un’oasi di verde, gode di un panorama mozzafiato, con vista sulla Baia di Trentova e sulle colline circostanti. E’ la soluzione ideale per trascorrere vacanze in pieno relax in Campania, a pochi minuti d’auto dalle meravigliose spiagge del Cilento e dalla suggestiva e animata Agropoli. Sono disponibili 6 camere arredate in modo confortevole e familiare, con servizio di prima colazione, possono accogliere fino a 12 ospiti.


Fattoria La Rivolta

Amore, passione, rispetto per l’ambiente in cui tutti noi viviamo.

Questa è Fattoria La Rivolta, azienda vitivinicola, gestita dalla famiglia Cotroneo, nel cuore di Torrecuso, in provincia di Benevento.
Le uve raccolte in azienda sono, a bacca bianca, falanghina, coda di volpe, fiano e greco; a bacca rossa sono aglianico e piedirosso.

La cantina, dotata delle attrezzature più moderne, è suddivisa in due strutture, una prettamente tecnica destinata alla vinificazione e l’atra, collocata all’interno della fattoria antica, dove ha luogo l’affinamento e l’imbottigliamento dei vini.

Un tour a Fattoria La Rivolta è una esperienza tra natura, buon cibo e vini dop tipici del Sannio.
Dal vigneto alla bottaia, il tour esplica tutte le fasi di lavorazione delle uve. Per terminare con una degustazione di vini abbinati a prodotti gastronomici tipici del Sannio come il formaggio laticauda e fagioli cannellini cotti nel forno a legna.

Dal lunedì al sabato su prenotazione.


La Guardiense

La cooperativa agricola, una delle più grandi in Italia, è stata fondata nel 1960 da 33 soci lungimiranti e coraggiosi, oggi ne conta circa mille. Agricoltori che coltivano a conduzione diretta più di 1.500 ettari di vigneto situati in collina a un’altitudine di circa 350 metri sul livello del mare, dando vita mediamente ad una produzione annua di circa 200.000 quintali di uve.

Presta grande attenzione alla sostenibilità ambientale facendo uso per i suoi processi produttivi, di energia rinnovabile proveniente da un proprio innovativo impianto fotovoltaico.

Possiede uno tra i più importanti impianti di spumantizzazione del Mezzogiorno.

Ma non sono i numeri a dare senso alla Guardiense. La Cantina, guidata da soli tre presidenti in cinquant’anni, ha saputo adeguarsi ai tempi e al cambiare dei mercati, diventando simbolo del progresso tecnologico per l’intera provincia e riuscendo a coniugare esperienza e modernità.

Paesaggio, cultura e convivialità sono i valori di base dell’accoglienza de La Guardiense, dove il visitatore diventa attore protagonista, per creare un rapporto duraturo, fedeltà ai nostri prodotti curiosità verso la nostra azienda e, di conseguenza, un passaparola positivo. Inoltre, lasciare testimonianza della visita con foto, fidelity card, ecc. permette di far ricordare l’esperienza anche a lungo termine e di mantenere i contatti per ulteriori visite successive a quella vissuta.

L’enoturista che viene qui da noi a volte vorrebbe rimanere più giorni per conoscere meglio tutto il territorio, i nostri prodotti e vivere con calma l’esperienza e noi cerchiamo di comporre pacchetti su misura, per lasciare l’impronta nella memoria di chi ci viene a trovare.