Cantina Del Vesuvio Winery

Sperimenta i nostri vini unici, nati all'ombra del vulcano.

Nei nostri vini Lacryma Christi c'è di più della semplice uva:

Il terreno: visitate i nostri 16 ettari di vigneto, piantati nel terreno vulcanico alle pendici del Vesuvio.

Le persone: ecco Maurizio Russo, il più giovane di questa storica famiglia di viticoltori.

Il lavoro: guarda come la nostra famiglia lavora ogni giorno su queste colline dal 1930 per creare un'azienda vinicola che unisce i rigori della produzione biologica con il calore dell'ospitalità italiana. Produciamo solo un numero limitato di bottiglie all'anno, tutte vendute direttamente dalla nostra enoteca.

Guardiamo al futuro rimanendo radicati nel nostro passato

Nel 1930 Giovanni Russo fonda la sua piccola azienda vinicola di famiglia alle pendici vulcaniche del Vesuvio.

All'epoca il vino veniva trasportato a Napoli con carri trainati da cavalli, dove piccoli viticoltori rurali vendevano i loro vini a grandi mercanti, che poi rifornivano negozi e ristoranti in giro per la città.

Il figlio di Giovanni, Maurizio, inizia a lavorare in giovane età nell'azienda di famiglia, iniziando come umile bracciante di campo.

Dopo anni di lavoro in cantina, Maurizio ha deciso di dare una svolta: 18 anni fa ha aperto le sue porte per visite e degustazioni, ha investito nel miglioramento della qualità dei vini, e ha limitato la distribuzione esclusivamente alla cantina.


Cantine Mustilli

Azienda a conduzione familiare tutta al femminile: Anna Chiara segue la coltivazione delle vigne e la produzione del vino,  Paola la gestione commerciale e la comunicazione, Marilì l’ospitalità nei palazzi di famiglia.

Le cantine storiche ospitano winelovers da tutto il mondo per degustazioni, mentre le cantine moderne sono il cuore pulsante per la produzione dei vini.


Mastroberardino

La famiglia Mastroberardino vive il contesto socioculturale vitivinicolo da oltre due secoli, in base alle più attendibili ricostruzioni storiche.

Le prime tracce della presenza in Irpinia risalgono al catasto borbonico, a metà del Settecento, epoca in cui la famiglia elesse il villaggio di Atripalda a proprio quartier generale, ove sono tuttora situate le antiche cantine, e di lì ebbe origine a una discendenza che legò indissolubilmente le proprie sorti al culto del vino.

Dieci generazioni, da allora, hanno condotto le attività di famiglia, tra alterne vicende, come sempre accade nelle storie delle imprese familiari di più antica origine.

A pochi chilometri di distanza dalle cantine storiche, il Radici Resort è il centro dell’ospitalità aziendale, con le sale adibite alle degustazioni, il ristorante Radici, la piscina, la spa per la vinoterapia, le stanze che affacciano sui vigneti e un campo da golf.